NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
FOCUS ON
 
COVER STORY

Saracco: “Non c’è futuro senza condivisione
di conoscenza e cultura”

Nuova Energia 2 - 2018 - cover story

“Trump riapre le miniere di carbone mentre la Cina domina nelle tecnologie relative alle energie rinnovabili. Trump mette i dazi sull’acciaio cinese e la Cina risponde con quelli sulla carne di maiale statunitense. La Cina ammonisce e invita al rispetto dei fondamentali del libero scambio, mentre l’America li nega. È un mondo capovolto”. Guido Saracco, da poche settimane salito al soglio di Rettore del Politecnico di Torino, risponde a questa intervista di Nuova Energia con onestà intellettuale, tenacia, coraggio... e un po’ di sfrontatezza.


BOLLETTE ED ELEZIONI

Gli oneri di sistema in bolletta hanno intrapreso un trend crescente preoccupante, ma ci ha pensato la campagna elettorale a risolvere la questione...

















Wot’s... Uh the Deal (Pink Floyd)

FRANCESCO LEPREEd eccoci qua, sotto un nuovo titolo… parole senza senso, sotto un nome strano: Syd! Quando mi è stato chiesto se fossi disponibile a parlare di mercato, di quello che succede in questo pazzo mondo dell’energia, ho accettato di getto con entusiasmo, ma la sera stessa, guidando in autostrada, ho cominciato a riflettere...

Francesco Lepre......

 
LE NOSTRE FIRME

Un’energia così
non si era
mai vista prima


Il mondo dell’energia sta attraversando un profondo cambiamento di paradigma.
Una prima tendenza che emerge indica come gli effetti più profondi dell’innovazione nel settore energetico deriveranno sempre più sempre più sia dalle interazioni di diversi sistemi, sia dall’affermarsi di un novero di nuove tecnologie.
Un esempio?...

Matteo Codazzi...

Lasciamo
a David S. Ward
la vera Stangata...


Credo che a pochi dica qualcosa il nome di David S. Ward; eppure avrebbe diritto a laute royalty dall’Italia, se solo avesse depositato il titolo di una sua sceneggiatura: The Sting, La Stangata.
Mi sono sempre riproposto di svolgere un’indagine emerografica sull’uso (e soprattutto abuso) del termine “stangata” a fronte
di ogni aumento di prezzo...

Giuseppe Gatti*



Il fascino oscuro della cospirazione

Se esistesse una Hall of Fame dell’energia, alla sezione “controversi” troverebbero probabilmente posto Thomas Moray, Stanley Meyer e Eugene SFOGLIA IL SOMMARIO IN FORMATO PDFMallove, attivi nel secolo scorso. Chi sono? I primi due sono inventori, rispettivamente di un generatore di energia radiante e di un motore ad acqua; il terzo è uno scienziato, promotore della fusione a freddo. La sezione avrebbe molti altri candidati, ma...

Marcello Laugelli...


Persone giuste ai posti giusti

CARLETTO CALCIAIn Italia esistono, e sono giustamente premiate, aziende longeve, addirittura ultracentenarie. Tra i molteplici fattori che hanno permesso di prosperare così a lungo, uno potrebbe essere quello di aver messo le persone giuste ai posti giusti. Realizzare questa situazione costituisce uno dei fatti decisivi...

Carletto Calcia...

 
EDIFICI ALL ELECTRIC

La scelta green che
non ti lascia al verde


Casa dolce casa! Al di là degli slogan, è un dato di fatto che l’edificio costituisca parte integrante della vita stessa dell’uomo e come tale sia cambiato nel tempo, nelle sue caratteristichee nella capacità di soddisfare bisogni e aspettative. Ripercorrendo la storia appare evidente come siano cambiati gli stili di costruzione, le dimensioni e le caratteristiche prestazionali degli edifici stessi in termini di consumo di energia e di comfort. In questo trend, anche per l’impatto di pressioni legate al tema della decarbonizzazione, negli ultimi anni si sta parlando molto di edificio tutto elettrico...




Tajani: “Solo nell’Unione si vince”

Nuova Energia 2 | 2017 - cover story

È la parola che ricorre di più: unione. Ripetuta con convinzione, quasi con ostinazione. Detta con forza. E in abbinamento al termine energia. Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo, lo sostiene senza mezzi termini: “L’Europa è il nostro futuro comune e resta la scelta migliore; andare in ordine sparso sarebbe un suicidio”.

 
E-MOBILITY

Non accontentiamoci di guardare
solo la punta dell’iceberg


Le politiche di abbattimento delle emissioni e dei composti inquinanti, in ambito nazionale e internazionale, hanno coinvolto pesantemente anche la mobilità, oggi difficilmente coniugabile con l’aggettivo “sostenibile”.
Tra le opzioni tecnologiche percorribili per superare la situazione attuale si rileva una forte convergenza - è quasi un plebiscito - verso la e-mobility. Una utility che oggi non sia in grado di offrire anche soluzioni per la mobilità elettrica può sembrare... quantomeno sprovveduta...


Senza approccio integrato ci si ferma al palo

MATTEO CODAZZIA più di 100 anni dalla comparsa sulle strade del primo veicolo alimentato a batteria, siamo giunti al momento di svolta per la mobilità elettrica. Oggi il problema non è più se il vettore elettrico conquisterà una quota rilevante del mercato, ma come il settore dell’automotive sarà in grado di affrontare una transizione ormai inarrestabile...

Matteo Codazzi...


Settore trasporti, la IV rivoluzione è realtà

SIMONE MORIPerfino i più scettici ammettono ormai che il futuro della mobilità è elettrico. Il mercato va in quella direzione e tutti i maggiori costruttori di autovetture stanno indirizzando investimenti e risorse umane in questo ambito, soprattutto con l’obiettivo di ridurre i costi delle batterie e aumentarne autonomia e affidabilità. ...

Simone Mori...

 
© 2005 – 2018 www.nuova-energia.com